Fabrizio Tavernelli


Groove Safari “Elettroselvatico” Baracca&Burattini/Edel 2004

Posted in - Groove Safari by Taver on the June 29th, 2006

Deprecated: preg_replace(): The /e modifier is deprecated, use preg_replace_callback instead in /web/htdocs/www.fabriziotavernelli.com/home/content/wp-includes/functions-formatting.php on line 76

cover elettroselvatico.jpgUomini ed elettrodomestici usciti dai ranghi, che sbiellano, esausti, esauriti, finalmente di nuovo nevrotici. Come quando in un Futuro Anteriore (soltanto 20 anni fà!) c’era l’isteria, la paranoia, l’ansia del Moderno. Sentimenti non piacevoli, certo, ma che segnalavano l’esistenza di anticorpi sociali ed esistenziali. Una skizofrenica risposta all’apatia prossima ventura, una coscienza che ancora urlava, una ricerca dell’eccesso che osava sfidare il “buonsenso”. Tutto questo prima della ibernazione delle menti e dell’avvento della razza dei Furbi. Eppure c’era fiducia delle macchine e persino i cantautori diventavano after-punk, ora persino la tecnologia è inceppata in una nostalgia appena malcelata da superfici sempre più rilucenti e placebo-optional. preferivamo allora le apparecchiature ed i meccanismi (sistemi, metropoli, mercati) che mostravano la loro vera natura di mangia-uomini e non i patetici odierni tentativi di far apparire l’alienazione (che tenerezza questa parola!) come qualcosa di naturale e flessibile. Arte di Frontiera che lasciava i propri segni su muri, dischi, carte e corpi: INDELEBILI. Ora tutto pare scorrere verso il grande nulla disperdendosi nel chiacchericcio del Grande Gossip Universale. Non siamo passatisti, ma animali elettroselvatici che fiutano l’aria e come appreso in giovane età, sentiamo gli stessi odori e gli stessi miasmi usciti dai tombini qualche tempo fà. Non serve più ricoprire ogni cosa di spettacolarità. Se lo show deve continuare proviamo almeno a disturbarlo per l’ultima volta prima di ritrovarci con il sorriso idiota stampato sulla faccia mentre corriamo allegramente consapevoli verso il sacrificio dell’ultimo rituale sociale. No (back to the) Future!
Questo è un album cinico ed un pò antipatico, proprio come viene schedata chi prova a mettere insieme due ragionamenti. Un temino acido acido nel tempo degli equidistanti. Una raccolta di spicchi di sconfitta ingurgitati come pillole e trasformati in sogno (…o incubo, dipende…). Synthcore ed electrofunk mutante… come quando ballavo, sfogando tensioni e pippe adolescenziali, al Ritz di Novellara. Ironia come autodifesa sacra e santa, intoccabile al tocco taumaturgico dell’ipocrisia. Avanguardia commerciale e merda intellettuale impopolare nei giorni della Deregulation. Pochi idoli rimangono: qualche artista orgogliosamente decadente, il tennista Bjorn Borg, bocce perse e recuperate, neuroni gangbanghizzati, ragazze di plastica, sagome da party eterno. Eppyre ci si sente ancora santi a cantare canzoni devianti… cd eccessivamente disponibile sul marciapiede.
TRACKLIST + TESTI>

1- boccia persa BOCCIA PERSA.doc

2- hey sagoma! HEY SAGOMA.doc

3- bjorn borg BJORN BORG.doc

4- chetelodicoaffare CHETELODICOAFFARE.doc

5- plastic lady PLASTIC LADY.doc

6- il mondo dei furbi IL MONDO DEI FURBI.doc

7- music biz MUSIC BIZ.doc

8- athos atomic dance ATHOS ATOMIC DANCE.doc

9- ciao velina CIAO VELINA.doc

10- addio al celibato ADDIO AL CELIBATO.doc

11- sempre santo SEMPRE SANTO.doc

12- voci nevrotiche VOCI NEVROTICHE.doc

13- deregulation DEREGULATION.doc

Intervista.doc

recensioni>

recensione rumore elettroselvatico.jpgrecensione rumore
int. Groove Safari - Gazzetta RE.jpggazzetta reggio

WordPress database error: [Table 'Sql98939_1.Sql98939_comments' doesn't exist]
SELECT * FROM Sql98939_comments WHERE comment_post_ID = '67' AND comment_approved = '1' ORDER BY comment_date

Leave a Reply

You must be logged in to post a comment.