Fabrizio Tavernelli


Posted in Appuntamenti al buio (date, live, djset, performances, by Taver on the February 16th, 2011

Deprecated: preg_replace(): The /e modifier is deprecated, use preg_replace_callback instead in /web/htdocs/www.fabriziotavernelli.com/home/content/wp-includes/functions-formatting.php on line 76

VENERDI’ 18 FEBBRAIO

Apertura Ore 22.00
Dalle Ore 23.00 in concerto

LO SCAFANDRO presenta:
FABRIZIO TAVERNELLI
e
ATOMIKA KAKATO

scafandro

Venerdì 18 febbraio al Kalinka si celebrerà la nascita di una nuova etichetta musicale, Lo Scafandro.

Dietro a questa nuova label ci sono Roberto Fiorello Fontanesi, Giancarlo “Namo” Marchi e soprattutto Fabrizio Tavernelli, un musicista che ha attraversato diverse epoche della musica indipendente italiana, a partire dalla metà degli anni ‘80 con gli En Manque D’Autre, proseguendo nei ‘90 con gli AFA e la bella avventura del Consorzio Produttori Indipendenti, per poi approdare dal 2000 in poi ad una miriade di progetti (Ajello, Groove Safari, Duozero, Roots Connection, Babel).

Sarà proprio Fabrizio Tavernelli a salire sul palco del Calamita per presentare il suo nuovo disco, “Oggetto del desiderio”: il primo, in oltre vent’anni di musica, che Taver firma col suo nome e cognome. E non è un caso: “Oggetto del desiderio” è un disco di semplici canzoni, suonato, essenziale, nudo nei suoni come nelle parole. Canzone d’autore, pura e semplice, che non si nasconde più dietro i mille suoni che Taver ha esplorato negli anni.

Ad aprire la serata, un altro progetto musicale de Lo Scafandro: Atomika Katato, ispirati dalla vecchia new wave, con un suono che sa di Cure, Joy Division e XTC, che presentano l’album “Old Wave Prophets” in uscita proprio il 14 gennaio.

I suoni de Lo Scafandro sono quelli di una nuova avventura musicale: «Grazie allo scafandro – dicono i fondatori dell’etichetta - possiamo esplorare e scoprire nuovi mondi, nuove realtà, nuovi suoni. Dentro a uno scafandro possiamo sopravvivere in situazioni ostili, dove non c’è ossigeno. Possiamo dunque resistere alla deriva culturale del nostro piccolo mondo, alla mancanza di spazi,scendere sottoterra per osservare da vicino cosa si muove sotto, per fare emergere quello che pare sommerso, che apparentemente non esiste».

Per informazioni:
info@kalinkaclub.it

INGRESSO
CON TESSERA ARCI

WordPress database error: [Table 'Sql98939_1.Sql98939_comments' doesn't exist]
SELECT * FROM Sql98939_comments WHERE comment_post_ID = '1426' AND comment_approved = '1' ORDER BY comment_date

Leave a Reply

You must be logged in to post a comment.