Fabrizio Tavernelli


AFA “Nomade Psichico” I Dischi del Mulo/C.P.I/Mercury 1996

Posted in - Acid Folk Alleanza / AFA by Taver on the October 13th, 2006

Deprecated: preg_replace(): The /e modifier is deprecated, use preg_replace_callback instead in /web/htdocs/www.fabriziotavernelli.com/home/content/wp-includes/functions-formatting.php on line 76

cover psichica.jpgAFA vive in Emilia Romagna, la regione più Burroughsiana d’Italia, anima comunista su sostanze capitaliste che strillano. Le previsioni metereologiche garantiscono che l’area sarà allagata al prossimo millennio a causa del Grande Cambio Climatico. Al posto del verde piano edificato una giungla subtropicale coprirà come templi Maya le rovine dell’efficientismo realizzato (banche, uffici, supermercati) e quelle dei grandi servizi sociali (asili nido - famosi in tutto il mondo! - centri per anziani, ospedali modello cooperative). Tra le liane, razze si ammeticciano. A sud l’Italia del Rinascimento si sgretolerà in un deserto di sabbia pre-africana. A nord le Alpi Protestanti resistono invalicabili. Il Villaggio Globale ritorna villaggio… Comunicazioni interrotte, fax a vuoto, la circolazione delle idee avverrà su basi telepatiche. Nomadi Psichici. Il CD è dedicato a un grande nomade psichico, William Burroughs, che senza averne l’intenzione è riuscito a descrivere il nostro panorama futuro:”Nessuna fresca brezza si agita qui. La città è come una stanza chiusa, piena di fiori vizzi e acqua stagnante” (da “La città della notte rossa”). Grazie Mr.Burroughs, cercheremo di organizzarci al meglio. cd psichicamente perso in un buco nero.

TEMPO

TRACKLIST + TESTI>

1- nomade psichico NOMADE PSICHICO TESTO.doc

2- esploratore ESPLORATORE.doc

3- fossili Fossili.doc

4- iceberg ICEBERG.doc

5- provincia exotica PROVINCIA EXOTICA.doc

6- shoko asahara SHOKO ASAHARA.doc

7- via satellite VIA SATELLITE.doc

8- cavia irrequieta CAVIA IRREQUIETA.doc

9- silenzio infinito SILENZIO INFINITO.doc

10- mondariso MONDARISO.doc

AAVV “Materiale Resistente” C.P.I/Il Manifesto/ Mercury 1995

Posted in - Acid Folk Alleanza / AFA by Taver on the October 11th, 2006

Deprecated: preg_replace(): The /e modifier is deprecated, use preg_replace_callback instead in /web/htdocs/www.fabriziotavernelli.com/home/content/wp-includes/functions-formatting.php on line 76

cover resistente.jpgNel 1995 a Correggio presso una casa di latitanza (dove si tenevano nascosti i partigiani) in occasione del 50° della liberazione, viene organizzato il concerto-evento “Materiale Resistente”. Attraverso la musica le nuove generazioni si trovano ad esprimere un forte legame con gli ideali e la memoria della lotta antifascista. Questa eredità si concretizza in un libro di scritti e foto, in un film-documentario con le testimonianze dei vecchi e dei nuovi resistenti e naturalmente con un questo disco calorosamente accolto da pubblico e critica. Il CD esce in una prima versione nelle edicole grazie al quotidiano “Il manifesto” , ma la richiesta porta ad una successiva uscita nei negozi. “Materiale Resistente”  diventa un modello  per altre operazioni di recupero e rielaborazione della memoria resistenziale. Canti partigiani, inni della Liberazione vengono riarrangiati, stravolti ed attualizzati dai gruppi del Consorzio Produttori Indipendenti (Ustmamò, CSI, Marlene Kuntz, Disciplinatha etc) a cui si aggiungono ospiti quali Gang, Africa Unite, Mau Mau ed altri. Agli AFA il compito di dare nuova vita ad un classico canto partigiano “Con la Guerriglia” che rapportato all’oggi perde i connotati di lotta armata per tramutarsi in una “Guerriglia Culturale” contro nuovi fascismi. cd resistente ma difficilmente reperibile.

Acid Folk Alleanza “Fumana Mandala” Dischi del Mulo/C.P.I/Phonogram 1994

Posted in - Acid Folk Alleanza / AFA by Taver on the October 5th, 2006

Deprecated: preg_replace(): The /e modifier is deprecated, use preg_replace_callback instead in /web/htdocs/www.fabriziotavernelli.com/home/content/wp-includes/functions-formatting.php on line 76

fumana.jpgUna volta, si dice, eravamo più poveri, ma si cantava. Oggi siamo più ricchi, ma si suona. Non va così male, in fin dei conti. Gli addetti alla consolazione lavorano a tempo pieno. Qua e là, tra le vigne, Mercatoni ed ipermercati, urlatrici televisive che strillano alla folla dei ciccioni nell’era della globesity. in un qualche parcheggio una qualche Giovanna Daffini con la chitarraccia scordata, il piattino e l’ampli alla cintura, a guardare i figli delle stalle affacendarsi negli scambi: progetti e programmi, e una gita-viaggio-cena a Semeraro. Lei, che non si assicura neanche il pane, e Loro, che assicurano anche il cane. Cantori, santoni e venditori, amuleti e fatture (da pagare), dosi, intrugli, pozioni, Gesù, Voodoo, Hatù. Domeniche bestiali, Tensione all’insoluto. E’ la pianura distorta degli AFA, chitarracce, effettistica di altri tempi, batterie in 4/4 come un motore a scoppio, arrangiamenti bandistici per un’orchestra di Kolossal a budget-zero, fiati iperbolici degni di cause più degne. “Fumana Mandala” è musica per un rituale denso: la fumana, la nebbia, il fumo, lo smog, la nube tossica, l’immaginario collettivo ha di che nascondersi nella simbologia dell’avvolgente, l’Uomo invisibile è finalmente realizzato: qua l’impalpabile consiste. Non sembri forzoso il paragone tra AFA e Giovanna Daffini; li divide, è ovvio, la pratica di vita, la scuola dell’obbligo, il Servizio Sanitario Nazionale, l’accesso ai consumi, tutto quello che galleggia nella manciata di anni che li separa anagraficamente. li lega una continuità geografica (10 Km di intasate strade comunali) fatta di pioppi e di suini, inquietanti villette a schiera e rovine rurali. Li lega una contiguità di preoccupazioni: il nuovo che avanza, il vecchio che rimane, la peste della destra, la picolezza dell’Immenso Carname di fronte alla storia e all’Aquafun di Riccione. Li lega una contiguità metereologica fatta di vapore in sospensione e calure che piegano e ti fanno bollire i polpacci. “Aria stagnante, per niente ventilato” sentite cosa dicono questi poveri stremati. Disco andato in fumo come un mandala.

TRACKLIST & TESTI>

1- …e povero papà niente

2- afaAFA testo.doc

3- moderno primitivoMODERNO PRIMITIVO.doc

4- un anno d’amoreUN ANNO D.doc

5- figli delle stalleFIGLI DELLE STALLE.doc

6- a.i.d.n.AIDN.doc

7- la notte dei partigiani viventiLA NOTTE DEI PARTIGIANI VIVENTI.doc

8- il complesso del maledettoIL COMPLESSO DEL MALEDETTO.doc

9- lilly e il vagabondoLILLY E IL VAGABONDO.doc

10- aquafuckAQUAFUCK.doc

11- discorsi buffiDISCORSI BUFFI.doc

12- nebbiaNEBBIA.doc

AFA “Acid Folk Alleanza” Sugar 1993

Posted in - Acid Folk Alleanza / AFA by Taver on the October 2nd, 2006

Deprecated: preg_replace(): The /e modifier is deprecated, use preg_replace_callback instead in /web/htdocs/www.fabriziotavernelli.com/home/content/wp-includes/functions-formatting.php on line 76

afa.jpgLe grandi bande nascono attorno ai grandi fiumi. Lo scorrere poderoso ed incessante del più grande fiume italiano ha modellato nei secoli gli umori, gli amori e le vicende delle genti padane; un brusio di sottofondo che accompagna da sempre lo svolgersi della vita in pianura. Fedele a quel ritmo, la musica degli AFA è giocata sulla fluidità sulla liquidità. La formazione a banda garantisce un impatto solido e scorrevole, a volte impetuoso, a volte improvviso e vorticoso, dal sapore nostrano e popolare, autentico, dunque necessariamente moderno ed europeo. L’orchestrina interstellare degli AFA esiste sotto mentite spoglie dal 1987 (En Manque d’Autre) ed ha vissuto sino ad ora sotto il livello del mare; tenta adesso la salita in paradiso - dove si respira e non si suda - attraverso il buco aperto nel cielo dal Guru Ottorino Ferrari (l’uomo dei secoli, colui che con il suo Registratore Elettromagnetico può intercettare voci, messaggi e suoni delle etnie che hanno invaso ed asciugato la Palude Emiliana). Folk Acido, Trashnaif, Splatterfolk, Mazurfunk, Freepolka, Fanfarabilly… Mondi paralleli dove sperimentare misteriose ibridazioni tra melodia e rumore, Nuova York e bassa padana, fantascienza e coscienza agricola, ritmo rap e filastrocca in dialet. AFA canta del rumore che invase le campagne e dello stravolgimento del cervello in bilico tra bassi organici bisogni e bisogni nuovi (giunti forse dallo spazio? “Comandante Straker”, “Bifidus”, “M.S. Body Art”). Coccolati dal canto dei cardellini sintetici e stereomondine “Noi siamo i Tecnovillani”, biologicamente dipendenti dal letamaio e impacciati nell’uso di tecnologie complesse. “Folk Acido”, un trattore alato magico, un mezzadro metamorfico, un rustico astronauta chimico sono gli eroi agronauti della pianura. un filo diretto con le glorie del passato e del presente: “Dorando Pietri”, che cade a pochi centimetri dal traguardo alle Olimpiadi di Inghilterra, “Leonarda Cianciulli”, la saponificatrice di Correggio, un antico orrore popolare ben più sano dei robot giapponesi. Leggende in formato ballabile che evocano animali favolosi in agguato tra i canneti (”I siluri del Po”), inni punk ante-litteram (”Io sono uno”, cover da Luigi Tenco), bolidi ingovernabili (La Ferrari, anzi, “Il Ferari” di “Allarme Rosso”), ruspanti foghe erotiche che sconfinano nell’Ammore (”Core selvatico”, “Sono uno sporco guardone”). Musica solare e lunatica, positiva, che consola e restituisce le identità, e cioè le forze. Musica che favorisce lo scorrere della linfa nelle vene, il fiorire di mandorli e ciliegi, la produzione di latte nelle moderne stalle ad alta fedeltà. Musica, quindi, che serve alla vita e la facilita. Allarghiamo la coscienza agricola! Articolo rintracciabile nella filiera. (%)

TRACKLIST>

1- Comandante Straker

2- Bifidus

3- Core Selvatico

4- M.S. Body-Art

5- Cianciulli Balla

6- Allarme Rosso

7- Sono Uno Sporco Guardone

8- Folk Acido

9- Io Sono Uno

10- I Siluri del Po

11- I Tecnovillani

12- la Storia di Dorando Pietri

« Previous Page


Deprecated: Function split() is deprecated in /web/htdocs/www.fabriziotavernelli.com/home/content/wp-includes/cache.php on line 215

Deprecated: Function split() is deprecated in /web/htdocs/www.fabriziotavernelli.com/home/content/wp-includes/cache.php on line 215