Fabrizio Tavernelli


Roots Connection “Animystic” 2009 Bagana/Edel

Posted in - Roots Connection by Taver on the April 27th, 2009

Animystic.jpg 

 Animystic è il secondo album dei Roots Connection. Il titolo nasce dalla fusione di due parole:animismo e mistico.Due definizioni, due suggestioni che ne ispirano il suono e l’immaginario. Le religioni animiste primitive vedono in tutte le cose, viventi ed inanimate, la presenza di uno spirito divino. Ovunque è un manifestarsi di una forza superiore all’uomo. Da questa essenza si evolvono le religioni.La stessa essenza da cui si sviluppano le musiche e le parole “spirituali” : Blues, Soul, Jazz, Raga, Gospel. La stessa passione che si trova nelle canzoni di devozione. L’animo umano che si esprime in bilico tra caduta ed elevazione, gioia e sofferenza.E’ la danza della trasformazione, come le credenze primordiali nascoste dietro alla religione dei conquistatori, unica strategia di sopravvivenza nel tempo per i popoli colonizzati. Un mimetismo che ha dato vita a rigogliose contaminazioni sonore.Così questo nuovo episodio dei Roots Connection si apre ad altre influenze, prosegue nel suo processo di ibridazione tra diversi linguaggi. Atmosfere “spiritual”, roots vibes e tecnologia, pulsazioni funky, musiche del delta e profondità dub. Africa, Carabi, Europa, India, New Orleans. Seguendo il peregrinare di genti trascinate attraverso gli oceani per forza o per volere. Affascinati ed impauriti allo stesso tempo dall’altrove, pronti a cantare l’arcano, l’amore terreno e l’amore mistico. Danzando sul rituale della vita, con ritmo e trasporto, avendo la musica come mediatrice tra uomini e divinità. Un disco che diventa l’ultima testimonianza di Enrico “Mad Dog” Micheletti, il grande bluesman scomparso quest’anno.

 TRACKLIST

wake up (micheletti-ferraboschi-tavernelli)

hard time killing floor (skip james)

done gone (micheletti-ferraboschi-tavernelli)

you got to my head like wine (micheletti-ferraboschi-tavernelli)

in my song (t.dorsey)

the only face (micheletti-ferraboschi-tavernelli)

johnny too bad (bailey,winston,crockers)

lemon juice (micheletti-ferraboschi-tavernelli)

dream baby dream (alan vega-martin rev)

ring them bells (bob Dylan)

 Il CD sarà disponibile nei negozi dal primo giugno e download su iTunes

recensioni> Beat giugno - recensione Roots connection.pdf

Blow up, giugno 2009 - Roots connection.pdf

Fuori dal Mucchio giugno - Roots Connection.pdf

Chitarre, giugno 2009 - Roots Connection.pdf

http://bluesinbologna.splinder.com/post/20709023/ANIMYSTIC+…Disponibile+dal+1

http://www.revolvingdoors.it/site/modules/myReviews/detailfile.php?lid=79

http://www.bluestime.it/#micheletti http://www.webalice.it/hklotta/kblfrecensioni.htm#rconnection  http://www.outune.net/dischi/easy/crossover-roots-connection-animystic-2009.html  http://www.musicalnews.com/articolo.php?codice=16170&sz=4  http://www.miusika.net/?p=778  http://www.saltinaria.it/recensioni/cdpromodemo/4028-roots-connection-animystic-recensione-cd.html    http://www.ondalternativa.it/modules.php?name=Reviews&rop=showcontent&id=3469  http://www.ilpopolodelblues.com/rev/giugno09/recensione/Roots-Connection.html   http://www.newsic.it/album/body_album.php?id=2223

 Rumore, luglio-agosto 2009 - Roots Connection.pdf Guitar, luglio-agosto 2009 - Roots Connection1.pdfLEco di Bergamo, 26 giugno 2009 - Roots connection.pdf http://www.musicmap.it/recdischi/ordinaperr.asp?id=2033  Rockerilla, luglio-agosto 2009 - Roots Connection.pdf  

 http://www.spaghettiblues.it/Articoli.html  

 Alias, 5 settembre - Roots Connection.pdf

Jam, settembre 2009 - Roots Connection.pdf

Il Blues Magazine, settembre - Roots Connection.pdf    

     

   

     

   

    

 

AAVV “Five Leaves Theft” Baracca&Burattini/Edel 2002

Posted in - Roots Connection by Taver on the June 26th, 2006

cover tributo drake.jpgFive leaves theft è la rilettura integrale del primo album di Nick Drake intitolato “Five leaves left”. Roots Connection partecipano a questo tributo con la cover di “Saturday Sun” posta anche in origine a chiusura del disco. Questa nuova versione, pur mantenendo struttura e linea melodica, si discosta dall’impostazione jazz/cantautorale/intimista e ne propone una interpretazione blues/soul/gospel. cd disponibile nel profondo scantinato.

Roots Connection “Roots Connection” Baracca&Burattini/Edel 2002

Posted in - Roots Connection by Taver on the June 22nd, 2006

cover rootsLe frontiere della musica si allargano sempre più. Oggi è per noi normale esplorare attraverso i suoni diversi luoghi, diverse fascinazioni e culture. Le contaminazioni e le possibilità del musicista moderno spingono verso la ricerca di ardite alchimie. In questi anni abbiamo assistito e soprattutto ascoltato progetti in cui l’elettronica da nuova vita a generi musicali accelerandone l’evoluzione: funky, soul, jazz, etnica. Prima di tutto questo il Blues, la matrice di ogni forma futura, la connessione al suono delle radici. Un suono allo stesso tempo arcaico e malleabile, eterno nel suo concetto basilare di circolarità, loop e canto reiterato. Ora il blues si mescola tecnologicamente. non è l’ennesimo sacrilegio, né uno schiaffo ai puristi già decimati, ma un sincero prolungamento del processo di progressione, rivendicazione e sincretismo racchiuso nella musica nera. Dal gospel sino alle attuali innovazioni hip-hop, house, dub etc. La black-music ha rilasciato i suoi virus influenzando le strutture ritmico-armoniche occidentali, ha saputo impadronirsi delle scoperte sonore. La chitarra elettrica è stata una invenzione tecnologica sulla quale i bluesmen hanno applicato un sapere tramandato da generazioni. Africa a transistors. Il computer è la nostra nuova ed immensa memoria a cui affidare dati e conoscenza. Bytes ed informazioni che non rimangono immuni agli insegnamenti di Son House (”travellin’man”, “worrie life”) Leadbelly (”how come you do”) Willie Dixon (”hoochie coochie man”) e naturalmente Robert Johnson (”cross road blues”). Roots Connection è un inusuale incontro tra blues, delta-music, roots vibes ed elettronica. Una fusione tra i riverberi e le atmosfere della slide-guitar e le pulsazioni sintetiche dei beats. Future-blues, è il suono dell’anima, colonna sonora di un lungo viaggio che porta lontano. Dalle tecniche e scale di Robert Johnson ai campionamenti di vecchi dischi polverosi. Crossroads, incroci altamente trafficati dove si stringono patti col diavolo o con le moderne tecnologie. Il calore del legno, lo sferragliare di corde arruginite si amalgama alla fantasonica creata delle macchine. Blues astratto, un lamento in movimento, dal battito costante e spezzato, come il girovagare nomade di vecchi bluesmen oggi approdati su nuove strade digitali. Roots Connection è il primo lavoro dove si incontrano, dopo altri tragitti ed esperienze, Fabrizio”Taver”Tavernelli, Fabio”Bronski”Ferraboschi, Enrico”Mad Dog”Micheletti. cd disponibile nell’angusto magazzino. (%)
TRACKLIST>

1-clyde

2-cross road blues

3-sad nation

4-workin’on the railroad

5-you’re the reason

6-travellin’man

7-how come you do

8-hoochie coochie man

9-saturday sun

10-hollow

11-beat the blues

12-worried life

recensioni>

recensione rumore roots1.doc

recensione bluesfreepress (UK).doc

recensione Rockit.doc