Fabrizio Tavernelli


In radio c’è la vita… Mondariso nuda e cruda in radio a Dijon

Versione acustica del brano degli AFA originariamente incluso nell’album “Nomade Psichico” (1996 Dischi del Mulo/ CPI/Polygram). Il set si è tenuto durante la trasmissione “Il Fuoco D’Italia” in onda su Radio Cultures, Dijon. Per l’occasione Fabrizio Tavernelli Complesso ha partecipato al festival Italiart con tre concerti nel marzo 2017. Fabrizio Tavernelli (voce, chitarra) Marco Santarello (chitarra, cori) Lorenzo Lusvardi (cajon,shaker) Marco Tirelli (basso) Alessandro de Nito (fisarmonica)
https://youtu.be/NId_YwubDUY

Impresa Gottardo “Ti Brucio” in rotazione su Radio Vertigo One

Nella puntata ‘Lab One’ sarà introdotto da un jingle personalizzato il viaggio metaforico tra muzak pehttp://www.fabriziotavernelli.com/content/wp-content/uploads/2017/03/gott-cover.thumbnail.jpgr autogrill, eurodance, romanticismi veneziani, erotismo estremo da balera di provincia e disco-trash.
Il tutto sotto il motto di “Volevamo uscire dal tunnel ma non ci siamo mai entrati!”
Impresa Gottardo è la nuova opera di ingegneria musical-autostradale progettata in scioltezza da Jean Paul Lazare e Philippe Taverio e “Ti Brucio” è il brano che potrete ascoltare nella selezione mixata dedicata alle nuove produzioni musicali, di Giovedi 23 Marzo p.v., dalle 22.00 alle 23.00, su www.radiovertigo1.com - Don Cico TOP RECORDS
https://www.facebook.com/LaboratorioOneSpazioAiTalentiEmergenti/?fref=nfhttp://www.fabriziotavernelli.com/content/wp-content/uploads/2017/03/gott-cover.thumbnail.jpg
https://www.facebook.com/LaboratorioOneSpazioAiTalentiEmergenti/?fref=nfhttp://www.fabriziotavernelli.com/content/wp-content/uploads/2017/03/gott-cover.thumbnail.jpg

Recensione su RockGarage di Fantacoscienza

Posted in progetti musicali, Nuove, Fabrizio Tavernelli by Taver on the March 24th, 2017

Mentre è in fase di composizione/elaborazione, creazione/costruzione un nuovo album (fra qualche mese, qualche notizia), escono ancora, un anno dopo, recensioni di “Fantacoscienza”. L’album è ancora in distribuzione nazionale Audioglobe, o reperibile presso Tosi Dischi (RE), L’Aleph (Carpi), Il Cercalibro (MO), Libreria Moby Dick e Muzik Station (Correggio). Disponibile su webstore e piattaforme digitali (iTunes, deezer, spotify, amazon etc) e naturalmente disponibile a Kilometro Zero qui da me, richieste nel privè/dark room di Messenger. Panspermia Cosmica!
http://www.rockgarage.it/?p=58733

“Fossili” live in acustico nell’etere d’oltralpe

Versione acustica dal vivo durante il programma il “Fuoco d’Italia” in onda su Radio Cultures Dijon. Fabrizio Tavernelli Complesso ospite in studio in occasione della partecipazione al festival “Italiart” Marzo 2017. Fabrizio Tavernelli (voce,chitarra) Marco Santarello (chitarra,cori) Lorenzo Lusvardi (cajon, shaker) Marco Tirelli (basso) Alessandro De Nito (melodica, glockenspiel)
https://youtu.be/vPrNGh-Wwy8

“Ma che gente c’è in giro” a Dijon

Live acustico negli studi di Radio Cultures, Dijon, in occasione del Festival “Italiart” a cui Fabrizio Tavernelli Complesso ha partecipato con tre date nel Marzo 2017. Fabrizio Tavernelli (voce, chitarra) Marco Santarello (chitarra, cori) Lorenzo Lusvardi (cajon, shaker) Marco Tirelli (basso) Alessandro De Nito (fisarmonica)
https://youtu.be/ioTYHSVTNsM

Peter Kolosimo, ombre acustiche nell’etere francese

Esibizione live in acustico, durante “Il Fuoco D’Italia” su Radio Cultures, Dijon. La partecipazione al programma in occasione delle tre date tenute dal Fabrizio Tavernelli Complesso al Festival Italiart, nel Marzo 2017. Fabrizio Tavernelli (voce, chitarra) Marco Santarello (chitarra, cori) Lorenzo Lusvardi (cajon, shaker) Marco Tirelli (basso) Alessandro De Nito ( melodica, glockenspiel)
https://youtu.be/WYOUzfiFf10

Fabrizio Tavernelli a Radio Cultures, Dijon Ven.10 Marzo 2017

Il podcast della diretta radio a radio-cultures Dijon. Intervista e live rigorosamente acustico
http://radio-cultures-dijon.com/podcasts/il-fuoco-d-italia-impresa-gottardo-234

Fabrizio Tavernelli “Le Plat Pays” live acustic-Radio Cultures, Dijon

La registrazione nuda e cruda, senza trucchi o effetti, di Venerdì scorso a Radio Cultures, Dijon. La versione acustica di “Le Plat Pays” un omaggio al grande Jacques Brel
Remake del brano di Jacques Brel eseguito durante la diretta live a Radio Cultures, in occasione della partecipazione al festival “Italiart” tenutosi a Dijon nel Marzo 2017 . Fabrizio Tavernelli Complesso : Fabrizio Tavernelli (voce, chitarra) Marco Santarello (chitarra) Lorenzo Lusvardi (cajon, shaker) Marco Tirelli (basso) Alessandro De Nito (fisarmonica)
https://youtu.be/Jg_Shb2l1gk

“Fantacoscienza” il nuovo album di Fabrizio Tavernelli. Inizia la campagna di crowdfunding su Musicraiser

Posted in progetti musicali, Nuove, Fabrizio Tavernelli by Taver on the December 1st, 2015

IMG_1584.JPG

Ci siamo, si decolla! Un nuovo album, un nuovo viaggio, una nuova esplorazione dello spazio interiore. “Fantacoscienza” il titolo. Un contatto dimensionale tra lo spazio esterno e lo spazio interiore della coscienza. Il neologismo appartiene al critico cinematografico Callisto Cosulich inventato per definire film come Solaris di Tarkovskij. Una fusione tra macrocosmo e microcosmo, tra Cosmo e Subconscio. Per chi mi segue dai tempi degli AFA, deve immaginare una scia chimica che parte da “Nomade Psichico” passa per il precedente album solista “Volare Basso” e si apre in un nuove dimensioni sconosciute. Fare musica, fare dischi, penso sia un buon modo di invecchiare e non conta se sul tuo percorso ci sono state cadute, non conta se a seguirti sono poche o tante persone, quelle che mi seguono sono per me speciali. La parola “successo” perde di significato se rapportata ad un percorso di ricerca che dura una vita. In fondo soddisfazioni ne ho avute (soldi davvero no) : dischi con la Sugar della Caselli, con Massimo e Giovanni e Dischi del Mulo/ Consorzio Produttori Indipendenti, Materiale Resistente, dischi con Sony, all’estero, tour con Fishbone e Massive Attack, collaborazioni con Howie B, video, televisione, riconoscimenti artistici come nella recente guida “Solchi Sperimentali Italia” (…una delle figure più interessanti emerse dall’underground italiano negli ultimi trenta anni…). Di certo non sono mancate le delusioni e le prese di coscienza, tanto che oggi per mangiare debbo fare altro oltre la musica. Tutto però rientra in un disegno di vita e anche le esperienze più “quotidiane” diventano un ottimo spunto per riflessioni, letture trasfigurate della realtà, osservazioni antropologiche e ipotesi di fantascienza. Dunque, vista la positiva esperienza passata, mi affido anche stavolta alla piattaforma di crowdfundingMusicraiser mi sembra un buon modo per portare avanti progetti e su questo non debbo rilasciare patentini di presunta moralità o verginità. Ringrazio con fratellanza universale il Complesso : Lorenzo Lusvardi Marco Norisknofunk Santarello Marco Tirelli Alessandro De Nito .Dunque da ora vi invito a salire sulla navicella che mi porterà in viaggio dentro me stesso, credo davvero sarà qualcosa di molto denso, un disco composto di dolcezze siderali e cattiverie abissali. Ogni Raiser di sesso femminile, maschile, ermafodita, transgender, di razza umana o aliena, avrà il suo nome impresso sul reperto sonoro. Qui il link per sostenere e cercare nell’universo in espansione la nostra coscienza.

https://www.musicraiser.com/projects/5026-fantacoscienza-il-nuovo-album

https://www.youtube.com/attribution_link?a=PzHv09eS85Y&u=%2Fwatch%3Fv%3D2qa_k9ooXTY%26feature%3Dshare

Impresa Gottardo “solo trafori” uscita primo EP a Ferragosto

Posted in Nuove, Appuntamenti al buio (date, live, djset, performances, by Taver on the July 28th, 2015

Per le tue interminabili code in autostrada, per la tua dose di traffico da bollino nero, per il tuo grande esodo : 
IMPRESA GOTTARDO “solo trafori” 
collaudato e revisionato da 
Jean Paul Lazare & Philippe Taverio
in uscita il 15 Agosto su Lo Scafandro
disponibile nei migliori autogrill e su iTunes, amazon, deezer, spotify…
Mini-Cd in vendita a 5 euro (più spese di spedizione) per ordini > taver65@virgilio.it e info@loscafandro.it
(maggiori info su isoradio)
tracklist : 
-ti brucio
-trafori
-audace
-amore kazako
-autostop
https://www.facebook.com/events/509981079156227/?ref=1&feed_story_type=22&action_history=%5B%7B%22surface%22%3A%22permalink%22%2C%22mechanism%22%3A%22surface%22%2C%22extra_data%22%3A%5B%5D%7D%5D
Impresa Gottardo è la nuova opera di ingegneria musical-autostradale progettata in scioltezza da Jean Paul Lazare e Philippe Taverio.
Dietro i segnali intermittenti di blocco del traffico, tra catarinfrangenti, abbaglianti e tunnel aerodinamici, si celano, come solo la polizia stradale può fare: 
Don Cico Maestro di Vita (Jean Paul Lazare) già cult-hero della scena dance italiana negli anni ‘80 con alcuni successi come “Coccobello” e “Walking to my Slang” prodotti dagli storici Blackbox.
Taver (Philippe Taverio), coinvolto in diverse band italiane tra new wave e elettronica (tra i vari gli AFA) e metà del duo Ajello, uno dei nomi di punta della rinascita della Italo-Disco da esportazione.
I due si conoscono dai primi anni ottanta quando insieme diedero vita all’oscuro gruppo electro-postpunk Dark Age. Si sono di recente ritrovati nell’ultimo album di Ajello “Smells like too Cheesy” grazie al brano “Sabrer” cronaca e celebrazione degli eccessi e dell’edonismo ottanta.
Impresa Gottardo nasce dopo un viaggio in Svizzera in occasione di una esibizione a capodanno, finito davanti al traforo del Gottardo chiuso per un incidente. L’epilogo dell’avventura ha un suo epico spleen nella visione di Jean Paul e Philippe, seduti in un autogrill deserto mentre fuori il cielo si illumina di botti e fuochi d’artificio per l’anno nuovo.
Dopo questo viaggio finito davanti al Gottardo, come una sorta di coitus interruptus, e dopo l’accettazione da parte di Philippe delle teorie Zen-Buddiste di Jean Paul atte a spiegare l’azione di cattivi demoni personali, come di una testimonianza di una strada difficile ma giusta e di successo necessariamente da compiere. I due danno vita a un viaggio metaforico tra muzak per autogrill, eurodance, romanticismi veneziani, erotismo estremo da balera di provincia, disco-trash affrontato con coscienza camp.
Il tutto sotto il motto di “Volevamo uscire dal tunnell ma non ci siamo mai entrati!”

Next Page »